Avvocato360 Logo
Cerchi un avvocato esperto in Avvocato Associato?
Contatta avvocati
Scrivici il tuo caso: lo analizzeremo e ti metteremo in contatto con l'Avvocato più preparato nella tua zona.

Richiesta inviata con successo.

Verrai contattato e riceverai i nostri preventivi entro 24 ore.

Invio richiesta in corso...

Avvocato e studio legale associato: di cosa si tratta

di Redazione avvocato360
Avvocato e studio legale associato: di cosa si tratta

Negli ultimi anni, in modo sempre più frequente, sono nati gli studi associati di avvocati. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Negli ultimi anni è sempre più frequente trovare studi legali associati e quindi avvocati associati, perché ciò porta numerosi vantaggi. 

La scelta è dettata dalla necessità di essere competitivi sul mercato e ridurre i costi di gestione degli studi. Molto spesso, infatti, succede di dover prendere in locazione un appartamento che ha più stanze e le stesse sono sotto-utilizzate; con uno studio associato, invece, è possibile dividere le spese e usare gli spazi in modo efficiente. L'importante è organizzare bene gli spazi e avere una buona comunicazione con l'esterno in modo che i potenziali clienti sappiano di poter fare affidamento su una realtà solida e ben strutturata.

​Avvocato associato: chi è

Per avvocato associato si intende un avvocato e dipendente di uno studio legale che non detiene un interesse di proprietà come partner. 

Uno studio legale associato può mettere in campo professionisti specializzati in diritto civile e penale, tributario, amministrativo e ulteriori specializzazioni in base al numero degli avvocati associati che aderiscono.

​Studio legale associato: cos'è e come funziona

Aprire uno studio legale associato è l'obiettivo di moltissimi praticanti avvocati, specialmente di coloro i quali non hanno la fortuna di avere già in famiglia uno studio legale avviato.

Leggi Anche: Avvocato divorzista: cosa fa e come trovare quello giusto

Per diventare avvocato associato e quindi costituire uno studio legale associato è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • ​la laurea in Giurisprudenza;
  • aver fatto il praticantato;
  • aver superato l'esame di abilitazione alla professione;
  • essere iscritti all'albo degli avvocati.

Oltre a ciò, il futuro avvocato associato deve possedere necessariamente spirito di iniziativa, intraprendenza, buone capacità strategiche, pazienza e volontà di collaborare. 

​Come si costituisce uno studio legale associato

Fondare uno studio legale associato non significa semplicemente, come molti pensano, condividere uno studio, ma bensì condividere un progetto professionale

Leggi Anche: Praticante avvocato: chi è?

I passaggi per costituire uno studio legale associato sono:

  • ​la costituzione tramite una scrittura privata con firma autenticata o con atto pubblico: il documento deve riportare nome, cognome e titoli professionali degli avvocati associati e deve necessariamente essere trasmesso a tutti gli ordini professionali competenti;
  • aprire una partita IVA intestata allo studio.

Inoltre, bisogna tener conto dei seguenti fattori:

  • ​il reddito prodotto dallo studio non è classificato come reddito d'impresa ma reddito da lavoro autonomo e tutti gli avvocati associati devono essere iscritti all'ordine degli avvocati. I compensi sono percepiti dall'associazione e le quote di partecipazione agli utili sono proporzionate agli incarichi di ciascun associato;
  • gli avvocati associati devono iscriversi alla cassa previdenziale e versare i relativi contributi;
  • il reddito di ogni avvocato associato sarà tassato ai fini IRPEF, mentre sullo studio associato si applica l'IRAP (Imposta sul Reddito delle Attività Produttive);
  • tra l'avvocato associato e il suo cliente c'è un rapporto individuale per cui è possibile regolarizzarlo tramite un contratto oppure una lettera d'incarico;
  • a livello di responsabilità professionale, il rapporto si instaura esclusivamente tra il singolo avvocato associato ed il cliente stesso.

​Vantaggi di uno studio legale associato

Essere avvocato associato e lavorare quindi in uno studio legale associato comporta diversi vantaggi, che sono:

Leggi Anche: Calcolo parcella penale: quanto costa l’avvocato?

  • ​la possibilità di dividere le spese per la gestione dello studio;
  • la possibilità di dedurre i costi di attrezzature;
  • la possibilità di assumere personale che serve per l'intero studio (ad esempio una segretaria);
  • condividere attività di marketing e pubblicità online e offline (ad esempio la realizzazione di un sito web);
  • la possibilità di avere differenti professionalità e competenze a disposizione;
  • la possibilità di fornire ai clienti varie competenze.

​Ripartizione degli utili in uno studio legale associato

Per quanto riguarda la ripartizione degli utili non vi è un solo modello, dipende dalle politiche adottate dallo studio legale associato. Tra i costi di gestione ci sono sicuramente il canone di locazione dei locali usati, l'eventuale stipendio della segretaria, costi annessi a consumi energetici etc. Ciò che rimane è l'utile netto conseguito

Tra le varie soluzioni vi è la percentuale fissa, ad esempio in uno studio legale con tre avvocati si stabilisce di ripartire in tre parti uguali l'utile. Talvolta capita che a un socio possa essere riconosciuta una percentuale maggiore (magari nel caso di un professionista più anziano e/o molto conosciuto e gli altri avvocati associati più giovani e inesperti).

Il secondo criterio è il criterio variabile. In questo caso all'interno dello studio associato si può verificare una sorta di concorrenza tra avvocati associati e ciò non è sempre positivo, allo stesso tempo, però, si applica il concetto di meritocrazia. Applicando il criterio variabile le quote saranno divise tenendo in considerazione vari parametri, tra cui la nuova clientela acquisita dal singolo avvocato associato, l'entità dei guadagni derivati dal singolo professionista, il tipo di attività svolta. Si può dire quindi che questa tecnica di ripartizione degli utili prevede che al maggiore impegno corrisponda anche una maggiore retribuzione. 

  • AVVOCATO ASSOCIATO
  • STUDIO LEGALE ASSOCIATO